Seguici Su:

Contattaci:

Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Slider
Martedì, 30 Agosto 2016 14:33

Un pizzico di sale

Scritto da 
Vota questo articolo
(3 Voti)
“Con il cane non sei mai solo”.
Viola lo dice convinta, dopo aver portato a termine con la sua Ziva gli 84 km della “via del sale” che unisce Varzi (Pavia) a Recco. “In realtà, il percorso originale sarebbe di 78 km, ma abbiamo fatto la ‘variante Ziva’
per raggiungere un lago e fare un tuffo.”

Studia veterinaria, 21 anni di passione per i cani, per lo sport (è una ginnasta agonista) e per le camminate, attività che da sempre pratica tutta la sua famiglia. Cani inclusi. “Quando Ziva aveva poco più di due anni, abbiamo fatto a piedi tutti insieme la via che unisce Bologna a Firenze, portando con noi anche l’altra pelosetta di casa, una meticcia di 7 chili”.

Per gli universitari, l’arrivo dell’estate coincide con le ultime prove d’esame. Viola si fa una promessa: se supero l’esame, le vacanze 2016 saranno qualcosa da fare da sola, che c’entri col cammino e con Ziva.

Se l’ascolti parlare, non hai dubbi che possa superare gli esami in modo brillante. Viola ha lo spirito aperto e vitale che si forma praticando uno sport con dedizione, mettendo al primo posto impegno e sacrificio e imparando che il successo è conquista senza esaltazione e la sconfitta non è mai annientamento.

E’ cosi che, ottenuto il buon risultato all'esame, inizia la ricerca del possibile itinerario. L’attenzione cade sulle “vie del sale”, i cammini che univano il mare all'entroterra per il commercio e la distribuzione di quel tesoro capace di dare sapidità ai cibi. “Ce ne sono diverse, io ho scelto quella lombardo ligure. In pochi giorni, ho raccolto le informazioni, prenotato i luoghi in cui pernottare. Ho guardato Ziva negli occhi: questa volta, saremo tu ed io. E siamo partite”.

rsz 20160823 145540“La Provincia di Pavia ha dedicato un sito a questo cammino e per il tratto lombardo, il percorso è molto ben segnalato. Poi, avevo cercato su internet le esperienze di altri camminatori che si fossero cimentati sulla quella via e ho capito che in Liguria cambiano i segnali da seguire. E’ lo stesso sentiero, ma con nomi diversi. E’, però, molto ben tracciato e non ci siamo mai perse”. Qualche incontro lungo i percorso, soprattutto nel primo tratto di strada. “Anche una coppia in cammino con il loro Weimaraner. Mano mano che il sentiero si addentra nel tratto ligure, meno famoso e conosciuto, ci siamo ritrovate sole.” Non esiste solitudine, però, quando un uomo condivide la strada con un cane.

rsz 20160823 130821Viola e Ziva sono camminatrici allenate. Qualche giorno di preparazione è stato necessario per abituare il cane alle bisacce, in modo che potesse trasportare la ciotola e i croccantini necessari per il viaggio, rigorosamente porzionati in sacchettini per ogni pasto.

Nello zaino di Viola, l’acqua per entrambe: 3 litri per ogni giorno di cammino, sapendo che lungo il percorso avrebbero trovato torrenti e fonti d’acqua per ulteriore ristoro. E ovviamente, tenendo conto di quote e dislivelli. “Camminare a 1600 metri è più semplice, l’aria è più fresca anche d’estate. A Recco, invece, abbiamo trovato 37°. La discesa verso il mare, sotto il sole, è stata faticosa, soprattutto per Ziva, cui bagnavo in continuazione la testa. Eravamo ormai prossime all'arrivo, ma ovviamente lei non poteva saperlo.”

Tre giorni totali di cammino e nessun tratto in automobile, solo mezzi pubblici. Da Bologna a Voghera in treno, da Voghera a Varzi in corriere, da Recco a Parma in treno e ancora in treno fino al rientro a Bologna. Da questo viaggio emerge un volto dell’Italia vacanziera dai tratti decisamente pet - friendly. “Non abbiamo mai avuto problemi, Ziva è stata sempre bene accolta, direi proprio coccolata. Sul treno e sull'autobus le è stato permesso di stare senza museruola. Negli alberghi e rifugi in cui avevo prenotato, pur non essendo di recente costruzione, non hanno messo limiti alla presenza del cane e anche nelle pizzerie in cui andavo a mangiare. Solo a Recco dove, vendendo il mare, il nostro unico desiderio era un bagno ristoratore, abbiamo dovuto pazientare di raggiungere il tratto di spiaggia più riposto e pietroso, perché l’accesso ai cani non è consentito nella parte dedicata ai turisti. Quel bagno, però, ce lo siamo davvero goduto!”

rsz 20160825 171812Ziva ha 4 anni. Tenuta al guinzaglio, nei primi tratti di strada, per sicurezza e per abituarsi al camminare insieme, appena libera, si è rivelata compagna di strada perfetta. Tranquilla, affidabile, sempre scodinzolante, capace di farsi benvolere ovunque, un cane felice.

“Io sono soccorritrice del 118, ora mi sto informando per diventare Unità cinofila della Croce Rossa insieme a Ziva. Purtroppo, le sede del corso è lontana da casa e conciliare tutti gli impegni non è semplice. Accarezzo il sogno dell’unità cinofila da quando Ziva era cucciola, ma allora non avevamo ancora l’intesa che sento fortissima adesso. Sembrava piena di timori da piccola, ora è serena ed equilibrata, Siamo cresciute insieme e mi piacerebbe fare diventare il nostro legame qualcosa di utile anche per altri. Vedremo.”

Nel frattempo, strade e cammini non mancano e Viola e Ziva sono pronte a ripartire.
Ultima modifica il Martedì, 30 Agosto 2016 14:48
Silvia Sertorio

Responsabile Relazioni Pubbliche e Addetta Stampa di Anima Golden

Sito web: relazioni@animagolden.it

Articoli correlati (da tag)

Altro in questa categoria: « Nozze d'Oro

Image is not available

Domenica, 25 Settembre 2016

Camugnano (Bo)

Image is not available

Venerdì, 30 Settembre 2016

Italia

Shadow
Slider
Iscrizione Newsletter

Novembre

Image is not available

Storie Golden

Image is not available
Image is not available
Shadow
Slider

Google Consiglia

Slider