Seguici Su:

Contattaci:

Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available
Image is not available

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Slider
Martedì, 06 Settembre 2016 15:08

Forasacchi

Scritto da 
Vota questo articolo
(4 Voti)
L’orzo selvatico, graminacea comune conosciuta con il nome popolare di “FORASACCO”, è un cereale spontaneo molto pericoloso per i nostri amici a quattro zampe che frequentano prati, giardini, parchetti o passeggiando lungo i bordi delle strade. Si possono riconoscere per
la forma di spiga e per il colore giallo dorato che assumono.

La sua spiga durante la fase di formazione (cioè da quando è ancora verde a quando raggiunge il color giallo paglierino) ha la possibilità di staccarsi parzialmente e di aderire al pelo dell’animale iniziando un “cammino”, perché si attacca saldamente al loro pelo e perché con la loro punta acuminata e i loro uncini possono penetrare all'interno del corpo del cane.

Il forasacco ha la possibilità di perforare la cute attraverso gli spazi interdigitali e di migrare sotto di essa in tutte le direzioni possibili, lasciando dietro il suo passaggio fistole a ascessi purulenti e veicolando, oltre a polvere, frammenti vegetali e anche batteri. Le spighe possono fermarsi a pochi centimetri dal punto di entrata così come percorrere tragitti lunghi, raggiungendo persino addome e torace, oppure conficcarsi al’interno di palpebre, narici, vulva, prepuzio, tonsille e orecchie arrivando a perforare il timpano.
La penetrazione della spiga avviene in modo rapido e provoca un dolore persistente e acuto.

Quali sono i sintomi da tenere in considerazione per intervenire in caso di pericolo forasacchi? I sintomi possono essere diversi in base al punto di contatto dei forasacchi con il vostro cane. Tra i sintomi più comuni troviamo lo starnuto quando i forasacchi vengono inalati ma troviamo anche un forte movimento per scuotere la testa da parte del cane quando i forasacchi, purtroppo, si infilano nelle orecchie. E se i forasacchi entrano nelle zampe potreste notare che il vostro cane inizia a zoppicare.

Ma come si previene l’ingresso dei forasacchi? Ecco alcuni consigli da seguire:
  • Nei periodi estivi, se puoi evita di condurre il tuo cane in aperta campagna, laddove il rischio di incontrare forasacchi è molto più alto. Se proprio non ti è possibile, controlla bene dove porti il tuo cane, allontanandolo da quelle zone che ti sembrano rischiose.
  • Anche se sei in città devi fare molta attenzione, perché è frequente che ci siano forasacchi anche in parchi cittadini o in zone più periferiche, dove ai lati del marciapiede sovente puoi trovare queste graminacee rinsecchite al sole.
  • Per scongiurare il pericolo, alcuni padroni tendono a far indossare la museruola ai propri cani durante questo periodo ed a legare le orecchie in vari modi per evitare che il forasacco possa entrare nelle orecchie.
  • Poiché sono più soggetti i cani a pelo lungo, porta a tosare il cane (se necessario) dal toelettatore durante la stagione estiva. In questo modo non solo ridurrai il pericolo forasacchi.
  • • Al ritorno da ogni passeggiata, controlla le zone più delicate del corpo del cane e quelle più nascoste. Inoltre spazzolalo, in questo modo potrai notare se il tuo amico prova dolore in qualche posto preciso.

Nel caso in cui non ti accorgessi della penetrazione di un forasacco, esso può essere individuato mediante esami specifici da effettuare dal veterinario, come un’ecografia.

In tutti i casi, il consiglio è osservare bene il proprio cane al termine di ogni passeggiata soprattutto nel verde; qualsiasi variazione del suo comportamento va segnalata prontamente al veterinario.
Una bella spazzolata oltre ad eliminare eventuali forasacchi imprigionati nel pelo, rappresenta una coccola necessaria per il cane.
Ultima modifica il Martedì, 06 Settembre 2016 15:20
Nataly De Martin

Nataly De Martin, esperta in alimentazione e nutrizione animale.

Sito web: www.vanitydogtoelettatura.it

Image is not available

Domenica, 25 Settembre 2016

Camugnano (Bo)

Image is not available

Venerdì, 30 Settembre 2016

Italia

Shadow
Slider
Iscrizione Newsletter

Novembre

Image is not available

Storie Golden

Image is not available
Image is not available
Shadow
Slider

Google Consiglia

Slider